Quanto ne sanno i giovani?

falconeborsellinoMi piacerebbe molto ricevere un riscontro positivo a questo mio quesito, un quesito che suscita dentro di me un particolare interesse statistico, nonostante la statistica non sia uno dei miei più appassionanti interessi.

Io considero Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, l’esempio in assoluto più significativo della coerenza e del sacrificio per il bene collettivo, ahimè martiri, uomini che ci hanno offerto la loro vita in cambio di una speranza di libertà, una libertà che consapevolmente sapevano già di non aver mai potuto vivere, ma che in ogni caso li spingeva a svolgere il lavoro che loro avevano, ancora una volta, consapevolmente scelto.

La mia considerazione scritta sopra nei confronti di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, è pressochè nulla se confrontata con ciò che realmente sono stati e con ciò che realmente ho dentro di me e credo che per moltissima gente sia così. Lo faccio perchè credo che molti abbiano vissuto direttamente le tragiche vicende che coinvolsero i due giudici e abbiano così maturato una certa sensibilità a riguardo e che questa conseguentemente li porti a ricordare nel modo più significativo, ciò che furono questi due grandi uomini.

Non sono però così convinto, e qui mi ricollego con il titolo del post, che i giovani, e per giovani intendo under 30/25, abbiano una conoscenza sufficiente che gli permetta di raccontare, magari anche in maniera non troppo precisa seppur vera, chi erano e che cosa fecero i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino per questo nostro paese.

Ho questo dubbio perchè raramente li ho sentiti nominare dai miei coetanei, raramente sono stati fatti riferimenti a questi due simboli come persone da imitare, come traguardi da raggiungere, come qualcosa a cui non ci si può indifferire.

Allora mi chiedo: i giovani quanto ne sanno? Che cosa pensano di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino? Quali sono i valori che questi due simboli hanno trasmesso a loro?

Spero che con le risposte alle domande poste sopra, la mia idea possa prendere sensatamente forma, nella speranza ovviamente di riscoprire una generazione che conosce a fondo la questione, che produce un pensiero sano a riguardo e di conseguenza fa di esso uno stile di vita da portare avanti.

2 commenti

  1. è vero quello che hai scritto… e dubito che tanti giovani sappiano cos’hanno fatto o addirittura chi siano mai stati… sinceramente anche per quanto mi riguarda, se venissi interrogato a proposito saprei rispondere a malasufficienza, e non sono il solito personaggio che “segue il gregge” e si limita alle conoscenze che ha per “sentito dire” …

  2. Trasmettono voglia di Resistenza e di una Ribellione tutti Insieme…come ha fatto la gente ai funerali di Borsellino urlando contro i “rappresentanti” dello Stato e i politici presenti quel giorno che avrebbero voluto una cerimonia di Stato quando proprio lo Stato che dovrebbe rappresentarci è stato “forse” complice dell’accaduto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.